Mese: dicembre 2015

I Wu Ming alla Grande Guerra

L'INVISIBILE OVUNQUEIl giornalista e saggista Fabio Disingrini intervista il collettivo di scrittori, in occasione del nuovo libro L’invisibile ovunque

MILANO, 18 Dicembre 2015 – «E cos’era per me la guerra? Una bestia che si mimetizzava leccandosi, più si leccava più si confondeva col mondo intorno. Aveva occhi del colore impreciso di una bufera, occhi che erano vortici e risucchiavano il peggio del mondo – l’immondizia, la propaganda, l’amor patrio – per restituirlo moltiplicato in grandi occhiate fluorescenti». Raffiche surrealiste e schegge di shrapnel dis-animano L’invisibile ovunque (Einaudi), il nuovo libro dei Wu Ming che evadono dalla trincea mitragliando, fra nuove e ordinarie forme di scrittura collettiva, contro la storiografia del pensiero unico. Fabio Disingrini, giornalista e saggista, li ha incontrati alla presentazione milanese del libro: una festa mobile nelle stanze del centro sociale Cantiere e della libreria Don Durito tra riflessioni letterarie, dibattiti politici, una cena salentina e la musica del Wu Ming Contingent. (altro…)

Annunci

CHEF PISELLI, UN PO’ «PATACCA», ALLE PRESE CON LE POLPETTE

MILANO, 10 dicembre 2015 – Il cuoco romagnolo, un po’ «patacca», diventa virale. Sta facendo il giro dei social networks il tutorial di cucina realizzato da uno chef «sui generis». Agghindato di tutto punto, con tanto di divisa e l’immancabile copricapo da cuoco, chef Piselli – che nella vita di tutti i giorni è manager in Olanda – ha preparato un filmato per raccontare a un amico, in maniera scherzosa ed esilarante, i progressi che sta facendo tra i fornelli. In particolare, dà indicazioni su come fare gustose polpette (300 grammi di carne, un uovo, formaggio, limone, pangrattato). Al di là della riuscita della pietanza – di cui per il momento non si è saputo nulla – il personaggio interpretato da Marco Piselli sta riscuotendo successo su tutto il web. (altro…)

ALLARME AIDS: l’ITALIA È IL PAESE PIÙ CONTAGIATO DELL’EUROPA OCCIDENTALE. NUMERI IN AUMENTO

LORENZO ANNONI 2015Il CDU sta ragionando per fare prevenzione tra i giovani

Milano, 1 dicembre 2015 – Nella Giornata Mondiale contro l’AIDS è bene riportare l’attenzione su una malattia che non può essere debellata. Anzi. I dati in questo senso parlano chiaro: la sensazione che l’AIDS sia drasticamente calata a numeri modesti è stata smentita. Secondo il rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2014 i contagi accertati in Europa sono stati più di 142 mila, il picco più elevato dagli anni ’80.

«È questo un fulmine a ciel sereno che ci riporta duramente alla realtà, sottovalutata dal nostro fare occidentale e dalla frase, superficiale all’ennesima potenza, “tanto a noi non succede” – sottolinea l’esponente milanese del CDU Lorenzo Annoni -. L’AIDS non è relegata solo al continente africano. Anche noi ne siamo interessati. Non a caso, i dati riportano una situazione allarmante: l’epidemia è in crescita, il numero di nuove diagnosi nel vecchio continente è più che raddoppiato negli ultimi 10 anni. Responsabile di ciò è la trasmissione eterosessuale, in special modo con condotte occasionali. Resta invece invariata quella inerente allo scambio di siringhe tra tossicodipendenti». (altro…)