Mese: aprile 2016

La storia del ragazzo di strada diventato campione del mondo. Giacobbe Fragomeni, protagonista de “L’isola dei Famosi”

io e giaco in palestra bis

Giorno dopo giorno il suo volto è sempre più familiare, gli italiani lo stanno conoscendo in queste settimane. È uno dei personaggi “rivelazione” dell’Isola dei Famosi edizione 2016: Giacobbe Fragomeni, pugile due volte campione del mondo.

Icona vivente del riscatto, con alle spalle una storia tanto drammatica quanto incredibilmente vera: è raccontata nel libro “Fino all’ultimo round”, finalista al Premio nazionale “Bancarella Sport” 2014.

Giacobbe Fragomeni ha sempre combattuto, fuori e dentro il ring. La vita, infatti, non è mai stata gentile con lui. Un’infanzia difficile nel quartiere Stadera di Milano lo porta a una quotidianità dura e spietata. Drammi familiari e personali: un padre violento, che picchia moglie e figlie. La sorella minore di Fragomeni, Maria Letizia, muore per overdose. Nessuna prospettiva. Nessuna alternativa. La sofferenza, la violenza e infine la droga e l’alcol, come uniche ed illusorie vie di uscita. (altro…)

REFERENDUM TRIVELLE: IL NUOVO CDU VOTA «SÌ»

L’On. Marinacci: «I nostri valori, che sposano l’enciclica papale, non sono negoziabili»

ONOREVOLE NICANDRO MARINACCIMilano, 6 aprile 2016 – In merito al referendum che avrà luogo domenica prossima sulla durata delle concessioni di sfruttamento dei giacimenti di gas e di petrolio al largo delle coste italiane, il Nuovo CDU invita gli elettori e le elettrici a recarsi alle urne per esprimere il proprio parere e suggerisce loro di votare “sì”.  Questo consiglio – si tiene a precisare – non è solamente una scelta locale, ma è frutto di una valutazione condivisa dall’intero partito.

«Per noi cattolici cristiani impegnati in una politica attiva, dalla base fino ai vertici – afferma l’Onorevole Nicandro Marinacci, vice segretario nazionale del Nuovo CDU -, i valori, che sposano peraltro l’enciclica ambientale “Laudato sì” dettata da Papa Francesco, non sono negoziabili. In questa ultima battaglia referendaria – continua – sarà quindi nostro obiettivo lottare fino allo stremo delle forze affinché le persone vadano a votare il 17 aprile, barrando il “sì”, onde evitare di dover pagare in futuro un prezzo altissimo in termini ambientali». (altro…)

QUEL PRETE INDAGATO PER PEDOFILIA, IN PASSATO SCHIERATO ALL’ESTREMA SINISTRA

LORENZO ANNONI 2016«Il presbitero dava vita ad accese discussioni sulla politica»

MILANO, 31 MARZO 2016 – Giorni addietro la Diocesi di Milano ha comunicato la sospensione dal sacerdozio, disposta dal cardinale Angelo Scola, di don Alberto Paolo Lesmo, attuale parroco di Santa Marcellina (Zona Baggio) e per molti anni già coadiutore dell’oratorio di Santa Maria del Suffragio (corso XXII Marzo in Zona 4), in quanto indagato per il reato di prostituzione minorile continuata ed aggravata dal fatto di essere, al momento dello svolgimento dei fatti, un ministro di culto.

Premesso che la giustizia civile e quella ecclesiale faranno il loro corso, qui si informa che don Alberto Paolo Lesmo era già noto agli esponenti democristiani milanesi per essere un “prete atipico”, nel senso che il suo orientamento politico si collocava a favore dell’estrema sinistra, per la precisione con il Partito della Rifondazione Comunista, del quale è stato un sicuro punto di riferimento.

«In particolare – ricorda Lorenzo Annoni, del partito CDU Milano -, in occasione delle elezioni comunali del 2001 ci furono tra il presbitero in questione e un giovane membro del consiglio parrocchiale di Santa Maria del Suffragio delle discussioni molto accese, principalmente via e-mail, per divergenze politiche: il primo era sostenitore di estrema sinistra, il secondo invece aveva deciso di candidarsi nella lista CCD-CDU per il consiglio di Zona 4. (altro…)