Mese: marzo 2017

CERCASI SPONSORIZZAZIONE PER IMPRESA TEMERARIA SULLE DUE RUOTE

EROS D'AMBROSIOEros D’Ambrosio, prode ultracycler della provincia di Milano, si sta preparando per la Race Across Italy

SETTALA (MI), 28 marzo 2017 – Dall’Adriatico al Tirreno e poi ancora all’Adriatico per 808 chilometri con 10mila metri di dislivello, attraversando tre regioni e tagliando per due volte l’Appennino. Sono queste le distanze di Race Across Italy, una gara di ultracycling non stop con partenza e ritorno a Silvi (TERAMO), in programma per il prossimo 29 aprile 2017, a cui Eros D’Ambrosio, classe 1988, ha deciso di partecipare.

Galvanizzato dal record conseguito nell’anno 2014 sulle strade della provincia milanese, che l’ha visto rimanere sul sellino della sua bicicletta per 24 ore consecutive, Eros D’Ambrosio ha voluto nuovamente rimettersi in gioco.

La sfida è pazzesca. «Race Across Italy è un evento estremo – spiegano gli organizzatori – che richiede una corretta preparazione sia dal punto di vista fisico che dell’equipaggiamento».

Sono mesi che l’ultracycler di Settala – nella vita di tutti i giorni istruttore di fitness e docente di educazione fisica – sta compiendo allenamenti miranti che, con l’ausilio di grandi esperti del settore e dell’estremo, lo faranno arrivare pronto al nastro di partenza. (altro…)

Annunci

MANCANO RIGIDI CONTROLLI SUGLI IMMIGRATI, REGIONE LOMBARDIA PROVVEDA

MILANO, 09 marzo 2017 – Il CDU tuona contro la Regione Lombardia. «L’ente si assuma le proprie responsabilità, servono controlli intensivi sui migranti apolidi».

Recentemente sono balzati agli onori della cronaca due casi analoghi, riguardanti vicende tragiche di migranti. Il 17 febbraio il cadavere di un uomo africano è stato ritrovato sul tetto di un treno alla stazione di Cannes “La Bocca”. Il ventenne, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe rimasto folgorato nel tentativo di aggrapparsi al pantografo (il dispositivo installato sui veicoli ferroviari e tranviari che si collega ai cavi dell’alta tensione) del convoglio proveniente da Ventimiglia. Stessa sorte il 2 marzo per un migrante originario del Mali che ha preso fuoco sul tetto di un treno regionale partito dall’Italia settentrionale; il corpo senza identità è stato recuperato alla stazione di Balerna nel Canton Ticino, quindi è intuitivo che l’uomo volesse oltrepassare la frontiera.

Questi avvenimenti, a cui se ne potrebbero aggiungere molti altri affini accaduti nel passato nonché quelli ipotizzabili per proporzionalità che verranno a sommarsi in un futuro prossimo, sono stati segnalati da Lorenzo Annoni del partito Nuovo CDU per condurre a una riflessione più ampia ed articolata sul tema tanto discusso degli immigrati. «Viene spontaneo constatare – spiega – che una moltitudine di stranieri sta attraversando il territorio italiano liberamente, in maniera del tutto incontrollata». (altro…)