politica

ELEZIONI EUROPEE: IL NUOVO CDU SOSTIENE LA LISTA POPOLARI PER L’ITALIA (E PER L’EUROPA)

LORENZO ANNONI - MAGGIO 2019«Necessario rivalutare l’esperienza dei democratici cristiani e riformisti»

MILANO, 08 maggio 2019 – Le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo costituiscono un momento fondamentale nel processo di rafforzamento della Unione Europea, pertanto l’appuntamento elettorale europeo va vissuto intensamente, cogliendo le opportunità per ridare senso alla politica sommersa dal cumulo delle improvvisazioni pericolose. La lista a cui il Nuovo Cdu ha aderito “Popolari per l’Italia – Popolari democratici e cristiani insieme per l’Europa” intende porsi come cesura a una situazione insostenibile per immettere energie sopite nel circuito della politica. È l’unica lista che si richiama al popolarismo cristiano. È la sola aggregazione, dopo tanti camuffamenti e opportunismi, che sta tentando di non far disperdere le potenzialità di patrimoni umani e culturali che hanno pensato di preservare l’Europa e l’Italia da rigurgiti di nefasti sovranismi e autoritarismi. L’esperienza dei democratici cristiani e dei riformisti va rivalutata con forza. È tempo per rimuovere nullismi e dissacrazioni di valori senza i quali c’è solo deserto. (altro…)

Annunci

Dal Nuovo Cdu solidarietà ai genitori dei 4 neonati morti agli Spedali Civili di Brescia

lorenzo annoni, gennaio 2019La sezione milanese scrive all’assessore alla Sanità di Regione Lombardia

Nel volgere di pochi giorni, presso il reparto di maternità degli Spedali Civili di Brescia, si sono verificate le morti di 4 neonati. Tale reparto era già finito nell’occhio del ciclone lo scorso anno per il decesso di un neonato, provocato da un’infezione.

Qualsiasi sia la causa delle morti, che dovranno essere accertate da chi di dovere tramite esame autoptico, non è umanamente ammissibile questo tipo di situazione.

«Non possiamo più accettare decessi tra i nostri bambini – dichiara Lorenzo Annoni, referente milanese del Nuovo CDU -. Questi drammi distruggono intere famiglie. Se gli esami degli inquirenti individueranno problemi a livello di igiene sanitaria sarà fondamentale correre subito ai ripari, investendo maggiori risorse per migliorare le condizioni non soltanto degli Spedali Civili di Brescia ma di tutti gli ospedali della Lombardia. A tal proposito sorge spontaneo un quesito: chissà se la carenza di personale – da quello medico a quello infermieristico – che attanaglia un po’ tutte le strutture, può avere inciso negativamente in questa triste vicenda. L’altro aspetto – aggiunge – su cui è fondamentale intervenire è proprio questo. E in tal senso ribadisco l’indifferibile necessità di colmare al più presto le carenze di figure professionali qualificate mediante nuove assunzioni».
(altro…)

Cura della campagna elettorale 2019 (ufficio stampa per politici – elezioni comunali ed elezioni europee)

elezioniUfficio Stampa PZ, composto da professionisti della comunicazione (spin doctor, giornalisti, addetti stampa, webmaster, social media manager, fotografi, registi, grafici), si candida per curare le campagne elettorali dei politici in gara alle elezioni comunali e alle elezioni regionali.
Per informazioni: 3316522892 (altro…)

Dal Nuovo Cdu pieno sostegno alla proposta del Pdf sul reddito di maternità

LORENZO ANNONI«Auspicabile l’introduzione di un reddito universale e standard di maternità per sostenere le giovani donne nel diventare madri»

MILANO, 20 novembre 2018 – Alcuni giorni fa il Pdf (Popolo della Famiglia) ha ufficialmente presentato la sua proposta di legge sul cosiddetto “reddito di maternità”, consistente in un importo pari a 12mila euro, netti e privi di carichi fiscali o previdenziali, da corrispondere annualmente alle giovani madri per un totale di otto anni di vita.

Trattandosi di una proposta di legge di iniziativa popolare essa necessita di almeno 50mila firme per poter poi essere presentata ed esaminata in Parlamento. La relativa raccolta firme è già iniziata e proseguirà per i prossimi sei mesi, indicativamente fino a metà maggio del prossimo anno. (altro…)

IL NUOVO CDU PROMUOVE IL SÌ AL REFERENDUM SULL’AUTONOMIA

MILANO, 10 ottobre 2017 – Il nuovo CDU sostiene apertamente il “sì”. In occasione del referendum consultivo che avrà luogo domenica 22 ottobre in Lombardia, i Cristiani Democratici Uniti si schierano a favore dell’autonomia regionale.

La decisione di indire una consultazione referendaria ha naturalmente sollevato un dibattito politico. Da una parte si scontrano le ragioni del sì e del no, dall’altra è messa in discussione la scelta stessa di interpellare i cittadini. Perché, per chi non lo sapesse, l’art. 116 della Costituzione prevede che la proposta in merito all’autonomia regionale possa essere espressa in Parlamento anche senza referendum. Questo il caso per esempio dell’Emilia Romagna. «Vengono recriminati i costi che un’operazione del genere comporta – chiarisce Lorenzo Annoni, responsabile milanese del Nuovo Cdu – eppure questa è l’unica via per consultare il popolo, che secondo noi deve assolutamente avere voce in capitolo su passaggi politici così fondamentali. E poi la vittoria del sì rappresenterebbe un segnale importante, in altre parole darebbe valenza e autorevolezza in vista della trattativa con il Governo».

Per quanto riguarda invece le posizioni in risposta al quesito, la quasi totalità degli esponenti partitici lombardi ha appoggiato l’iniziativa istituzionale, ognuno presentando i propri criteri di giudizio. «Chi non si è informato a dovere ritiene che la partita sia attribuibile alla sola Lega Nord, a scopo propagandistico – spiega ancora il portavoce del CDU Milano -, invece qui si tratta di un cambiamento che tocca tutti i cittadini lombardi, perché l’attribuzione di particolari forme e condizioni di autonomia interessa ambiti cardinali nella nostra società, come scuola, lavoro, salute, ambiente, per citarne solo alcuni». E per chi, in preda al panico generato dagli ultimi eventi accaduti in Spagna, crede che questa direzione possa portare ad una secessione «è totalmente fuori da ogni logica, perché in questo caso si tratta di concessioni di maggiori competenze ad alcune regioni virtuose da parte dello Stato, quindi nell’alveo della nostra Costituzione; anzi la Lombardia, grazie alle possibili manovre future, potrà costituire un traino per lo sviluppo economico dell’intera nazione». (altro…)

“PRESTITI SOCIALI”: CONTINUA LO SCANDALO DELLE COOPERATIVE

Sen. Eufemi istituzionaleMILANO, 5 giugno 2017 – L’imbroglio dei prestiti sociali prosegue. Le cooperative, aventi le loro sedi in varie regioni dell’Italia centro-settentrionale e operanti in differenti settori (immobiliare, agricolo, alimentare, ecc.), si comportano come fossero banche senza però averne i requisiti, ovvero non essendo regolamentate da tutti quei parametri di sicurezza e trasparenza, che una banca deve invece rispettare e altresì assicurare ai clienti. E così accade che 1,2 milioni di persone comuni, diventate soci, affidino a queste società i risparmi di una vita per un valore totale di circa 11 miliardi. Un sistema “redditizio e conveniente”, viene definito dalle stesse coop. Peccato che nessuno parli dei rischi devastanti che stanno determinando fallimenti in rapidissima successione. La questione dei prestiti sociali delle cooperative si è rivelata per quella che è: una truffa.
Già due anni fa i primi casi erano venuti a galla, con il coinvolgimento di Coop Operaie di Trieste e Coop Carnica di Amaro (Udine), seguiti da altri in Emilia Romagna, tra cui la Coop Di Vittorio di Fidenza e la Coopsette a Reggio Emilia. Allora era intervenuto il sistema delle cooperative per tamponare lo scandalo; anche Lega Coop aveva rimborsato il 40% delle somme depositate ad alcune società. (altro…)

CONTINUA LA CAMPAGNA DI TULLIO MASTRANGELO, GIÀ COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO, A SAN DONATO MILANESE

L’ex rappresentante delle forze dell’ordine e potenziale assessore della città, affiancato dal candidato sindaco Gina Falbo, incontrerà la cittadinanza di via Di Vittorio

SICUREZZA E LEGALITA' - GINA FALBO 6San Donato Milanese, 28 maggio 2017 – Una serata dedicata al confronto con la cittadinanza. Gina Falbo e la sua squadra hanno fissato un appuntamento per mercoledì 31 maggio, alle ore 19.00. Davanti alla piazzetta della posta in via Di Vittorio, alcuni componenti delle tre liste civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Milanese ci piace”, “San Donato Vola”, accoglieranno i sandonatesi insieme ad una personalità di spicco, l’ex comandante Tullio Mastrangelo.

Il capo della polizia locale di Milano per quasi dieci anni e coordinatore ad Expo, ha recentemente annunciato il suo potenziale contributo in materia di sicurezza. In caso di vittoria, infatti, metterà la sua esperienza al servizio della città con la nomina di assessore. Un proponimento importante che costituisce un’occasione unica per San Donato Milanese e vuole essere un segnale tangibile della politica di Gina Falbo. (altro…)

DI GIORNO LA MANIFESTAZIONE PRO MIGRANTI, DI NOTTE LO STRANIERO FALCIA CON L’AUTOMOBILE IL CLOCHARD

LORENZO ANNONI - 23 MAGGIO 2017Una marcia ideologica ma astratta. La manifestazione che si è svolta sabato pomeriggio a Milano a favore dell’inclusione, è stata una passeggiata antirazzista in veste folkloristica. Insomma una grande festa, centomila i partecipanti, ma nessuna risposta concreta al problema immigrazione. Al corteo, organizzato dall’assessore milanese al Welfare Pierfrancesco Majorino, hanno aderito semplici cittadini e poi associazioni, movimenti, comitati, sindacati, tutti senza bandiere e simboli di partito; in prima fila c’era però Beppe Sala, seguito da Emma Bonino, il presidente del Senato Piero Grasso, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e quello di Lampedusa Giusi Nicolini.

«Anche a voler prendere in considerazione le istanze sostenute dagli aderenti, indubbiamente sinistrorsi – commenta Lorenzo Annoni del CDU Milano – c’è la cruda realtà che fa riflettere oltre ogni perbenismo plateale». Il riferimento è al tragico incidente stradale accaduto in zona Rogoredo domenica notte: un ecuadoriano, quasi sicuramente ubriaco, ha investito e ucciso un povero senzatetto in via Giovanni Battista Cassinis e poi si è schiantato, poche centinaia di metri più avanti, contro il semaforo in piazza Mistral. Un terribile episodio che si somma ai numerosi fatti di cronaca nera riguardanti gli stranieri. (altro…)

PARCO MATTEI DI SAN DONATO MILANESE STRAVOLTO: SU 3 CAMPETTI DA TENNIS SORGERÀ UN PARCHEGGIO DA 100 POSTI

ROBERTO PONTE E GINA FALBO - 15 MAGGIO 2017Gina Falbo, candidato sindaco, denuncia la condotta dell’amministrazione comunale: «Allo sport e all’aria aperta, il sindaco uscente Andrea Checchi ha preferito una gettata di cemento»

SAN DONATO MILANESE (MI), 15 maggio 2017 – Meno tennis e più parcheggi. L’amministrazione comunale in carica, a poco meno di un mese dalle elezioni, sceglie la cementificazione per il futuro del Parco Mattei.

L’area verde, centro nevralgico di innumerevoli discipline sportive, anche agonistiche, verrà infatti mutilata di una cospicua metratura, su cui sorgono tre campi da tennis, per lasciare spazio alle vetture.

Complessivamente si realizzeranno circa 100 stalli per la sosta.

«Non è questo il progetto che i sandonatesi auspicavano per il Parco Mattei – esordisce Gina Falbo, candidato sindaco delle civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Vola”, “San Donato Milanese ci piace” -. Nessuno vuole più il cemento. Il primo cittadino Andrea Checchi, in barba alle elementari regole democratiche e per rimediare alla sua quinquennale inoperosità, sta compiendo manovre che comprometteranno inesorabilmente il destino della città». (altro…)

TULLIO MASTRANGELO ACCETTA LA SFIDA ELETTORALE: «IN CASO DI VITTORIA, SARÒ ASSESSORE ALLA SICUREZZA»

SICUREZZA E LEGALITA' - GINA FALBO 3L’ex comandante della polizia locale di Milano, tra i protagonisti della sicurezza di Expo 2015, aderisce al progetto politico di Gina Falbo, candidato sindaco a San Donato Milanese con il supporto di tre liste civiche

SAN DONATO MILANESE (MI), 11 maggio 2017 – Una nuova avventura reclama Tullio Mastrangelo. Che risponde positivamente, mettendo a disposizione dei cittadini la propria esperienza, a salvaguardia dell’integrità del territorio. La storica figura istituzionale, a capo dei “ghisa” meneghini per circa dieci anni e garante della sicurezza a Expo, accoglie positivamente la fiducia accordatagli e aderisce alla candidatura di Gina Falbo alle elezioni amministrative del prossimo giugno.

L’ufficialità è arrivata ieri sera in una sala consiliare gremita, durante l’incontro “Sicurezza & Legalità”, moderato dal giornalista di Panorama Sergio Luciano. (altro…)