incontro

CONTINUA LA CAMPAGNA DI TULLIO MASTRANGELO, GIÀ COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO, A SAN DONATO MILANESE

L’ex rappresentante delle forze dell’ordine e potenziale assessore della città, affiancato dal candidato sindaco Gina Falbo, incontrerà la cittadinanza di via Di Vittorio

SICUREZZA E LEGALITA' - GINA FALBO 6San Donato Milanese, 28 maggio 2017 – Una serata dedicata al confronto con la cittadinanza. Gina Falbo e la sua squadra hanno fissato un appuntamento per mercoledì 31 maggio, alle ore 19.00. Davanti alla piazzetta della posta in via Di Vittorio, alcuni componenti delle tre liste civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Milanese ci piace”, “San Donato Vola”, accoglieranno i sandonatesi insieme ad una personalità di spicco, l’ex comandante Tullio Mastrangelo.

Il capo della polizia locale di Milano per quasi dieci anni e coordinatore ad Expo, ha recentemente annunciato il suo potenziale contributo in materia di sicurezza. In caso di vittoria, infatti, metterà la sua esperienza al servizio della città con la nomina di assessore. Un proponimento importante che costituisce un’occasione unica per San Donato Milanese e vuole essere un segnale tangibile della politica di Gina Falbo. (altro…)

ON. D’AMICO (LEGA NORD): «SI APRANO GLI ARCHIVI UFO»

UFO NEL CIELOA Milano si terrà una conferenza con politici ed esperti del settore

MILANO, 14 maggio – «Chiederò l’apertura degli archivi comunitari sugli UFO». L’insolita richiesta non arriva dal solito ufologo di turno, ma dal candidato alle Europee Claudio D’Amico, ex sindaco di Cassina De’ Pecchi e parlamentare leghista, che, appassionato del fenomeno, promette se eletto al Parlamento di Bruxelles la derubricazione del materiale custodito negli archivi delle 28 nazioni.

«Seguo il fenomeno da tanti anni – dichiara D’Amico – e, quale che ne sia la natura, è indubbiamente reale. Se eletto, mi batterò perché tutti i Paesi rendano noti i dati acquisiti in tanti anni dalle proprie aeronautiche. Italia e Germania, negli ultimi mesi, hanno tolto il segreto sui propri dossier. Da noi, ad esempio, l’Aviazione ha autenticato ben 445 casi dal 1972 ad oggi; altri Paesi, come Francia e Gran Bretagna, hanno un vero e proprio Ufficio investigativo pubblico, che si occupa della questione. Ebbene, ritengo doveroso che ai cittadini dell’eurozona venga detto che cosa è stato scoperto in tanti anni di ricerche più o meno segrete, pagate coi nostri soldi». (altro…)