Lorenzo Annoni

REFERENDUM TRIVELLE: IL NUOVO CDU VOTA «SÌ»

L’On. Marinacci: «I nostri valori, che sposano l’enciclica papale, non sono negoziabili»

ONOREVOLE NICANDRO MARINACCIMilano, 6 aprile 2016 – In merito al referendum che avrà luogo domenica prossima sulla durata delle concessioni di sfruttamento dei giacimenti di gas e di petrolio al largo delle coste italiane, il Nuovo CDU invita gli elettori e le elettrici a recarsi alle urne per esprimere il proprio parere e suggerisce loro di votare “sì”.  Questo consiglio – si tiene a precisare – non è solamente una scelta locale, ma è frutto di una valutazione condivisa dall’intero partito.

«Per noi cattolici cristiani impegnati in una politica attiva, dalla base fino ai vertici – afferma l’Onorevole Nicandro Marinacci, vice segretario nazionale del Nuovo CDU -, i valori, che sposano peraltro l’enciclica ambientale “Laudato sì” dettata da Papa Francesco, non sono negoziabili. In questa ultima battaglia referendaria – continua – sarà quindi nostro obiettivo lottare fino allo stremo delle forze affinché le persone vadano a votare il 17 aprile, barrando il “sì”, onde evitare di dover pagare in futuro un prezzo altissimo in termini ambientali». (altro…)

QUEL PRETE INDAGATO PER PEDOFILIA, IN PASSATO SCHIERATO ALL’ESTREMA SINISTRA

LORENZO ANNONI 2016«Il presbitero dava vita ad accese discussioni sulla politica»

MILANO, 31 MARZO 2016 – Giorni addietro la Diocesi di Milano ha comunicato la sospensione dal sacerdozio, disposta dal cardinale Angelo Scola, di don Alberto Paolo Lesmo, attuale parroco di Santa Marcellina (Zona Baggio) e per molti anni già coadiutore dell’oratorio di Santa Maria del Suffragio (corso XXII Marzo in Zona 4), in quanto indagato per il reato di prostituzione minorile continuata ed aggravata dal fatto di essere, al momento dello svolgimento dei fatti, un ministro di culto.

Premesso che la giustizia civile e quella ecclesiale faranno il loro corso, qui si informa che don Alberto Paolo Lesmo era già noto agli esponenti democristiani milanesi per essere un “prete atipico”, nel senso che il suo orientamento politico si collocava a favore dell’estrema sinistra, per la precisione con il Partito della Rifondazione Comunista, del quale è stato un sicuro punto di riferimento.

«In particolare – ricorda Lorenzo Annoni, del partito CDU Milano -, in occasione delle elezioni comunali del 2001 ci furono tra il presbitero in questione e un giovane membro del consiglio parrocchiale di Santa Maria del Suffragio delle discussioni molto accese, principalmente via e-mail, per divergenze politiche: il primo era sostenitore di estrema sinistra, il secondo invece aveva deciso di candidarsi nella lista CCD-CDU per il consiglio di Zona 4. (altro…)

NASCE LA “FEDERAZIONE POPOLARE”, SOGGETTO POLITICO GIÀ PRONTO PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Il patto di alleanza coinvolge il Nuovo CDU, Popolari per l’Italia, Alleanza Democratica e il comitato popolare “per il NO al Referendum Costituzionale”

MARIO TASSONE

Milano, 24 MARZO 2016 – Convergenza generale per quelle realtà politiche che si ispirano ai principi della religione cattolica e cristiana e ai valori riformisti e liberali: nasce Federazione Popolare, il cui atto costitutivo è stato firmato nella sede di un notaio romano dai rappresentanti del Nuovo CDU, nella persona dell’onorevole Mario Tassone, dei Popolari per l’Italia dell’ex ministro Mario Mauro, di Alleanza Democratica e del comitato popolare “per il NO al Referendum Costituzionale”, che racchiude in sé molteplici associazioni e movimenti.
In questa solida aggregazione di radici democristiane, già adulta e pronta ad inserirsi nel panorama politico nazionale, si avverte l’intenzione di presenziare nei comuni, di piccole e grandi dimensioni, nei quali si andrà al voto. La Federazione Popolare sarà infatti presente, dove possibile, nelle competizioni elettorali amministrative con proprie liste, facendo scelte coerenti con la sua ispirazione ideale e politica. Inoltre, si farà carico di costituire su tutto il suolo italiano comitati territoriali per il “NO al Referendum costituzionale”, a partire dal capoluogo meneghino, con la ferrea volontà di abrogare la riforma elettorale di recente approvazione, relativa all’introduzione del bicameralismo differenziato. (altro…)

CDU CONTRARIO ALLE “UNIONI CIVILI”, «LA LOTTA CONTRO IL DDL È ANCORA LUNGA E PUÒ ESSERE VINTA»

SIMBOLO CDUMilano, 26 febbraio 2016 – Con l’approvazione del Senato, in prima lettura, del ddl sulle cosiddette “unioni civili”, attraverso un accordo politico stretto tra Pd di Matteo Renzi e Ncd di Angelino Alfano, si modifica il quadro delle alleanze parlamentari. Si deduce quindi l’entrata stabile nella coalizione di maggioranza del gruppo Ala e l’individuazione di una corrente sì minoritaria ma consistente nella stessa Ncd, avversa a quest’ultima disposizione sia nel merito sia nel metodo, anche se per il momento non ha preso formalmente posizione e deciso di abbandonare la maggioranza di governo.

Sebbene l’emendamento apportato dall’asse Renzi – Alfano presenti aspetti positivi, come l’avere eliminato l’adozione del figlio del partner (stepchild adoption) e l’obbligo di fedeltà, restano diversi i punti non condivisibili. (altro…)

MATERNITÀ: 5 MORTI ASSURDE COL PANCIONE

È l’occasione per riaprire anche il dibattito sulla qualità sanitaria e della crescita demografica

LORENZO ANNONIMILANO, 7 GENNAIO 2016 – Festività natalizie con il segno nero: tra Natale e l’anno nuovo sono morte cinque giovani donne, sane e in piena salute, mentre stavano per dare alla luce i rispettivi figli. Episodi questi del tutto inaspettati e apparentemente causali, che fanno ripiombare la sanità italiana a un livello da terzo mondo. O quantomeno è quanto serpeggia nella pubblica opinione.

Tali avvenimenti stonano con le dichiarazioni di Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, datate marzo 2015: «Gli esami diagnostici inutili legati alla medicina difensiva costano all’Italia 13 miliardi di euro l’anno». Ciò implica protocolli stringenti per le direzioni generali, obbligate a evitare sprechi, «a partire dagli esami che si fanno durante la gravidanza».

Benché la maggior parte della politica si è letteralmente rintanata sull’accertamento delle responsabilità e comodamente aggrappata a dati statistici europei, secondo i quali l’Italia rientrerebbe nella media UE, nessuno interviene sulla gravità di queste morti. (altro…)

«CI DICHIARIAMO CONTRARI AL RICONOSCIMENTO DELLE COPPIE OMOSESSUALI»

CDU - MARIO TASSONE E ALCUNI COMPONENTI DEL CDUIl concetto è stato ribadito dal segretario generale del Cdu Mario Tassone, durante la sua ultima trasferta milanese

Milano, 23 luglio 2015 – Al Senato è in corso una aspra e complessa discussione sul tema delle cosiddette coppie omosessuali, dei diritti patrimoniali e assistenziali a loro eventualmente spettanti e di un loro potenziale riconoscimento sostenuto con convinzione da alcuni parlamentari prevalentemente di sinistra. Di questa discussione in corso è stato dato risalto dai mass media, nonostante questo possa sembrare ai più poco opportuno sia perché il ddl in discussione alla commissione giustizia riguarda nel concreto poche persone sia perché i temi sentiti come urgenti e importanti sono più quelli collegati allo stato dell’economia e dell’occupazione. (altro…)

MATERNITÀ A RISCHIO: RIDUCIAMO LA POSSIBILITÀ DI ABORTIRE E INTRODUCIAMO IL CONGEDO DI ALMENO 750 EURO

LORENZO ANNONI CDUI due importanti eventi avvenuti qui a Milano lo scorso fine settimana, ossia il corteo di sabato per ridurre la possibilità di abortire tramite l’abrogazione parziale della Legge 194 e la veglia di domenica a favore della famiglia naturale e del diritto dei bambini ad avere un padre e una madre, conducono alla naturale riflessione sull’importanza della maternità nella vita delle donne e più in generale nell’intera società.

«In questo senso il CDU – dichiara Lorenzo Annoni del CDU di Milano – si schiera dalla parte della gravidanza e delle mamme, contrastando apertamente la scelta di ricorrere all’aborto! Inoltre, è concreto l’interessamento verso la promozione della maternità in termini di norme e misure fiscali, previdenziali e di diritto del lavoro».

Ormai da alcuni decenni la società italiana è caratterizzata da un tasso di fecondità in calo e che oggi ha raggiunto il suo livello minimo: l’Italia è uno dei paesi con meno nascite in Europa, al di sotto del numero necessario per il semplice ricambio generazionale.  (altro…)

STRANIERI MORTI DOPO UN TENTATO COLPO IN BANCA, «DISPONIAMO DEGLI AIUTI ECONOMICI E FORMATIVI PER RIMPATRIARLI»

SIMBOLO 2014Sabato notte un’automobile inseguita da un paio di pattuglie dell’Arma dei Carabinieri ha concluso la sua folle corsa ribaltandosi più volte all’entrata della tangenziale est, all’altezza del cavalcavia della metropolitana di San Donato Milanese. Due dei cinque ladri, a bordo del veicolo in fuga, hanno perso la vita mentre gli altri tre sono rimasti feriti in modo grave. Tutti i malviventi, che avevano tentato un colpo a un istituto bancario, erano di etnia rom e senza fissa occupazione.  (altro…)

DURO IL CDU CON I TRANSFUGHI DELL’UDC: «NON ESISTONO PUNTI CONDIVISIBILI CON LA LEGA NORD»

SIMBOLO 2014«Non esistono punti condivisibili tra la Lega Nord e la visione popolare/democristiana». Con queste secche parole Lorenzo Annoni, del partito CDU di Milano, ha commentato la decisione dei consiglieri Simone Di Gennaro (Zona 1) e Massimiliano Rositano (Zona 3), di fuoriuscire dall’UDC e passare tra le fila del Carroccio.

«Il recente cambio di fronte dei due consiglieri di zona – continua Lorenzo Annoni – non è il sintomo di un’attrazione verso la Lega Nord dell’elettorato centrista post democristiano, ma solo una scelta individuale dettata da considerazioni personali su una – da loro presunta – maggiore attenzione leghista verso lo stato di bisogno, in cui versa una parte della popolazione, e da loro calcoli su una eventuale scalata individuale in un partito, quello della Lega Nord, dato ora in forte crescita. Infine appare opportuno sottolineare – conclude Lorenzo Annoni – l’evidente contrasto tra l’origine calabrese di uno dei due consiglieri di zona, particolarmente legato alla terra natia, e il suo passaggio proprio alla Lega Nord…». (altro…)

TUTELA DELL’ADOLESCENZA INCOMPATILE CON LA “FESTA DELLA SEMINA E DEL RACCOLTO” DEL LEONCAVALLO

SIMBOLO 2014Milano, 04 agosto 2014 – La regolarizzazione del centro sociale Leoncavallo da parte dell’amministrazione comunale, a chiusura dell’accordo elettorale tra il sindaco Giuliano Pisapia e gli estremisti di sinistra, lascia veramente perplesso anche il CDU milanese. In questo modo si rischia di legalizzare, magari solo di fatto, la cosiddetta “Festa della semina e del raccolto”, che si tiene ogni anno all’interno del centro sociale Leoncavallo. Già tristemente nota per gli abusi da parte di coloro che vi prendono parte, questa “festa” dà libero sfogo al disagio esistenziale vissuto da molti giovani, dediti all’uso e abuso di alcolici e di cannabinoidi, mentre la società dovrebbe tutelare l’adolescenza per favorire un accesso protetto all’età adulta, con la piena consapevolezza che dipendenze da alcol e da droghe leggere aumentano i disturbi mentali già così diffusi nella popolazione.   (altro…)