Popolari per l’Italia

ELEZIONI EUROPEE: IL NUOVO CDU SOSTIENE LA LISTA POPOLARI PER L’ITALIA (E PER L’EUROPA)

LORENZO ANNONI - MAGGIO 2019«Necessario rivalutare l’esperienza dei democratici cristiani e riformisti»

MILANO, 08 maggio 2019 – Le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo costituiscono un momento fondamentale nel processo di rafforzamento della Unione Europea, pertanto l’appuntamento elettorale europeo va vissuto intensamente, cogliendo le opportunità per ridare senso alla politica sommersa dal cumulo delle improvvisazioni pericolose. La lista a cui il Nuovo Cdu ha aderito “Popolari per l’Italia – Popolari democratici e cristiani insieme per l’Europa” intende porsi come cesura a una situazione insostenibile per immettere energie sopite nel circuito della politica. È l’unica lista che si richiama al popolarismo cristiano. È la sola aggregazione, dopo tanti camuffamenti e opportunismi, che sta tentando di non far disperdere le potenzialità di patrimoni umani e culturali che hanno pensato di preservare l’Europa e l’Italia da rigurgiti di nefasti sovranismi e autoritarismi. L’esperienza dei democratici cristiani e dei riformisti va rivalutata con forza. È tempo per rimuovere nullismi e dissacrazioni di valori senza i quali c’è solo deserto. (altro…)

NASCE LA “FEDERAZIONE POPOLARE”, SOGGETTO POLITICO GIÀ PRONTO PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Il patto di alleanza coinvolge il Nuovo CDU, Popolari per l’Italia, Alleanza Democratica e il comitato popolare “per il NO al Referendum Costituzionale”

MARIO TASSONE

Milano, 24 MARZO 2016 – Convergenza generale per quelle realtà politiche che si ispirano ai principi della religione cattolica e cristiana e ai valori riformisti e liberali: nasce Federazione Popolare, il cui atto costitutivo è stato firmato nella sede di un notaio romano dai rappresentanti del Nuovo CDU, nella persona dell’onorevole Mario Tassone, dei Popolari per l’Italia dell’ex ministro Mario Mauro, di Alleanza Democratica e del comitato popolare “per il NO al Referendum Costituzionale”, che racchiude in sé molteplici associazioni e movimenti.
In questa solida aggregazione di radici democristiane, già adulta e pronta ad inserirsi nel panorama politico nazionale, si avverte l’intenzione di presenziare nei comuni, di piccole e grandi dimensioni, nei quali si andrà al voto. La Federazione Popolare sarà infatti presente, dove possibile, nelle competizioni elettorali amministrative con proprie liste, facendo scelte coerenti con la sua ispirazione ideale e politica. Inoltre, si farà carico di costituire su tutto il suolo italiano comitati territoriali per il “NO al Referendum costituzionale”, a partire dal capoluogo meneghino, con la ferrea volontà di abrogare la riforma elettorale di recente approvazione, relativa all’introduzione del bicameralismo differenziato. (altro…)