prestiti sociali

“PRESTITI SOCIALI”: CONTINUA LO SCANDALO DELLE COOPERATIVE

Sen. Eufemi istituzionaleMILANO, 5 giugno 2017 – L’imbroglio dei prestiti sociali prosegue. Le cooperative, aventi le loro sedi in varie regioni dell’Italia centro-settentrionale e operanti in differenti settori (immobiliare, agricolo, alimentare, ecc.), si comportano come fossero banche senza però averne i requisiti, ovvero non essendo regolamentate da tutti quei parametri di sicurezza e trasparenza, che una banca deve invece rispettare e altresì assicurare ai clienti. E così accade che 1,2 milioni di persone comuni, diventate soci, affidino a queste società i risparmi di una vita per un valore totale di circa 11 miliardi. Un sistema “redditizio e conveniente”, viene definito dalle stesse coop. Peccato che nessuno parli dei rischi devastanti che stanno determinando fallimenti in rapidissima successione. La questione dei prestiti sociali delle cooperative si è rivelata per quella che è: una truffa.
Già due anni fa i primi casi erano venuti a galla, con il coinvolgimento di Coop Operaie di Trieste e Coop Carnica di Amaro (Udine), seguiti da altri in Emilia Romagna, tra cui la Coop Di Vittorio di Fidenza e la Coopsette a Reggio Emilia. Allora era intervenuto il sistema delle cooperative per tamponare lo scandalo; anche Lega Coop aveva rimborsato il 40% delle somme depositate ad alcune società. (altro…)

Annunci