quadri

Roma, Bulgari sceglie un’opera di Carla Bruschi per l’inaugurazione della nuova scuola di Save The Children

CARLA BRUSCHI e LUCIA SILVESTRI DIRETTRICE CREATIVA DI BULGARILa maison di gioielli e Save The Children hanno tenuto a battesimo la scuola “Punto Luce”, a Ostia specializzata in corsi di formazione di arti e mestieri dedicata a bambini e ragazzi

Roma, 11 novembre 2019. La fondazione Bulgari ha donato un’opera dell’artista peschierese Carla Bruschi alla nuova scuola di arti e mestieri di Ostia, dedicata ai bambini e ai ragazzi disagiati, realizzata dall’ong Save The Children. La consegna del quadro cm 130×120 “Un unico pianeta una sola umanità”, si è tenuta durante la cerimonia d’inaugurazione. «Sono veramente felice – commenta Carla Bruschi -, il mio lavoro ha trovato casa, in un luogo dove arte, cultura e solidarietà sono gli ingredienti essenziali per dare un’ opportunità tangibile e concreta a bambini e ragazzi, che crescono in ambienti problematici e poco stimolanti. Sono orgogliosa di partecipare al progetto di Save The Children infatti nel mese di gennaio e febbraio dell’anno prossimo tornerò a Roma, e parteciperò in maniera attiva ai laboratori dedicati alle realizzazioni artistiche».

L’apertura del nuovo “Punto Luce delle Arti”, in via Fasan 58 nel Municipio di Ostia squarcia il velo di una mattinata grigia e piovosa. Il centro di accoglienza riservato a bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni della zona, che vivono in condizioni di disagio, è stato realizzato recuperando l’edificio dell’ex Istituto scolastico Guttuso. Il presidio educativo, gestito in collaborazione con Roma Capitale, Municipio X – che ha assegnato l’immobile in comodato d’uso a seguito di procedura di evidenza pubblica – e con la Cooperativa Sociale Santi Pietro e Paolo, si stima arriverà a coinvolgere ogni anno circa 1.000 bambini e adolescenti tra i 6 e i 18 anni. (altro…)

Vernissage di dipinti e ceramiche per l’olimpionica della danza sul ghiaccio Matilde Ciccia

Evento Artistico - Matilde CicciaLa campionessa di pattinaggio inaugurerà la mostra personale, allestita presso Tucci Service Colorificio a Milano, nella serata di venerdì 15 novembre. Presenzieranno: Mario Lavezzi, Dino Meneghin, Pierluigi Marzorati, Mario e Andrea Giuliacci, Enrico Beruschi, Conte Claudio Bellavitis

Dai pattini da ghiaccio a spatola e pennello: Matilde Ciccia, 10 volte campionessa italiana di pattinaggio sul ghiaccio, e con eccellenti piazzamenti a mondiali, europei e olimpiadi, ha sempre nutrito una passione irrefrenabile per l’arte pittorica. Passione che nel corso del tempo ha assunto un’importanza assoluta nella sua vita, insinuandosi nel cuore e nella mente, fino a trasformarsi in una necessità quotidiana.

Le opere di Matilde Ciccia spaziano da quadri realizzati con la tecnica dell’acquarello e dell’olio su tela, raffiguranti paesaggi stilizzati, distese d’acqua, ritratti, fiori, a ceramiche come vasi e statue, che possono nascere da blocchi di creta grezza oppure da oggetti già esistenti, successivamente interessati da personalizzazioni con smalti colorati.

«L’arte, come il pattinaggio sul ghiaccio, richiede un’elevata dose di impegno e dedizione – rivela Matilde Ciccia -. Tra quadri e sculture sono riuscita a trovare la mia dimensione. E in certi momenti, mentre dipingo immersa tra mille tonalità e sfumature o modello la creta, mi sembra di rivivere quel sentimento di leggerezza che provavo quanto volteggiavo alle olimpiadi, quasi il tempo non fosse mai passato. Il mio estro nei confronti della pittura – aggiunge – è una forte sensazione che esce spontaneamente e che ha bisogno di sfogo immediato. In questi momenti sento in me stessa un desiderio incontenibile di esprimere quanto i miei occhi vedono tra i colori immaginari e reali». (altro…)