San Donato Milanese

CONTINUA LA CAMPAGNA DI TULLIO MASTRANGELO, GIÀ COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO, A SAN DONATO MILANESE

L’ex rappresentante delle forze dell’ordine e potenziale assessore della città, affiancato dal candidato sindaco Gina Falbo, incontrerà la cittadinanza di via Di Vittorio

SICUREZZA E LEGALITA' - GINA FALBO 6San Donato Milanese, 28 maggio 2017 – Una serata dedicata al confronto con la cittadinanza. Gina Falbo e la sua squadra hanno fissato un appuntamento per mercoledì 31 maggio, alle ore 19.00. Davanti alla piazzetta della posta in via Di Vittorio, alcuni componenti delle tre liste civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Milanese ci piace”, “San Donato Vola”, accoglieranno i sandonatesi insieme ad una personalità di spicco, l’ex comandante Tullio Mastrangelo.

Il capo della polizia locale di Milano per quasi dieci anni e coordinatore ad Expo, ha recentemente annunciato il suo potenziale contributo in materia di sicurezza. In caso di vittoria, infatti, metterà la sua esperienza al servizio della città con la nomina di assessore. Un proponimento importante che costituisce un’occasione unica per San Donato Milanese e vuole essere un segnale tangibile della politica di Gina Falbo. (altro…)

PARCO MATTEI DI SAN DONATO MILANESE STRAVOLTO: SU 3 CAMPETTI DA TENNIS SORGERÀ UN PARCHEGGIO DA 100 POSTI

ROBERTO PONTE E GINA FALBO - 15 MAGGIO 2017Gina Falbo, candidato sindaco, denuncia la condotta dell’amministrazione comunale: «Allo sport e all’aria aperta, il sindaco uscente Andrea Checchi ha preferito una gettata di cemento»

SAN DONATO MILANESE (MI), 15 maggio 2017 – Meno tennis e più parcheggi. L’amministrazione comunale in carica, a poco meno di un mese dalle elezioni, sceglie la cementificazione per il futuro del Parco Mattei.

L’area verde, centro nevralgico di innumerevoli discipline sportive, anche agonistiche, verrà infatti mutilata di una cospicua metratura, su cui sorgono tre campi da tennis, per lasciare spazio alle vetture.

Complessivamente si realizzeranno circa 100 stalli per la sosta.

«Non è questo il progetto che i sandonatesi auspicavano per il Parco Mattei – esordisce Gina Falbo, candidato sindaco delle civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Vola”, “San Donato Milanese ci piace” -. Nessuno vuole più il cemento. Il primo cittadino Andrea Checchi, in barba alle elementari regole democratiche e per rimediare alla sua quinquennale inoperosità, sta compiendo manovre che comprometteranno inesorabilmente il destino della città». (altro…)

TULLIO MASTRANGELO ACCETTA LA SFIDA ELETTORALE: «IN CASO DI VITTORIA, SARÒ ASSESSORE ALLA SICUREZZA»

SICUREZZA E LEGALITA' - GINA FALBO 3L’ex comandante della polizia locale di Milano, tra i protagonisti della sicurezza di Expo 2015, aderisce al progetto politico di Gina Falbo, candidato sindaco a San Donato Milanese con il supporto di tre liste civiche

SAN DONATO MILANESE (MI), 11 maggio 2017 – Una nuova avventura reclama Tullio Mastrangelo. Che risponde positivamente, mettendo a disposizione dei cittadini la propria esperienza, a salvaguardia dell’integrità del territorio. La storica figura istituzionale, a capo dei “ghisa” meneghini per circa dieci anni e garante della sicurezza a Expo, accoglie positivamente la fiducia accordatagli e aderisce alla candidatura di Gina Falbo alle elezioni amministrative del prossimo giugno.

L’ufficialità è arrivata ieri sera in una sala consiliare gremita, durante l’incontro “Sicurezza & Legalità”, moderato dal giornalista di Panorama Sergio Luciano. (altro…)

SICUREZZA, CON FATTI E NON PAROLE. TULLIO MASTRANGELO, STORICO COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO, INTERVIENE A SAN DONATO MILANESE

GINA FALBOAll’incontro parteciperanno anche Sergio Luciano, giornalista di Panorama, e Gina Falbo, avvocato e manager Eni, candidata alla poltrona di primo cittadino

SAN DONATO MILANESE, 08 maggio 2017 – La sala consiliare del municipio di San Donato Milanese farà da cornice, mercoledì 10 maggio, alle ore 21.00, a un importante incontro sulla sicurezza. Interlocutore d’eccezione sarà Tullio Mastrangelo.

L’ex comandante della polizia locale di Milano, per anni protagonista in prima linea a combattere illeciti e illegalità, metterà a disposizione della cittadinanza sandonatese la sua esperienza sul campo sicurezza per giungere a risultati effettivi e concreti.

Nello specifico, Tullio Mastrangelo supporterà il progetto “Sicurezza & Legalità” promosso da Gina Falbo, candidato sindaco per le liste civiche “Insieme per San Donato”, “San Donato Milanese ci piace”, “San Donato Vola”.

Sei sono i punti che Gina Falbo, avvocato e manager Eni, ha inserito nel suo programma elettorale, incentrato su fatti e non parole. (altro…)

STRANIERI MORTI DOPO UN TENTATO COLPO IN BANCA, «DISPONIAMO DEGLI AIUTI ECONOMICI E FORMATIVI PER RIMPATRIARLI»

SIMBOLO 2014Sabato notte un’automobile inseguita da un paio di pattuglie dell’Arma dei Carabinieri ha concluso la sua folle corsa ribaltandosi più volte all’entrata della tangenziale est, all’altezza del cavalcavia della metropolitana di San Donato Milanese. Due dei cinque ladri, a bordo del veicolo in fuga, hanno perso la vita mentre gli altri tre sono rimasti feriti in modo grave. Tutti i malviventi, che avevano tentato un colpo a un istituto bancario, erano di etnia rom e senza fissa occupazione.  (altro…)

UNA CROCE PETTORALE DA DONARE AL SOMMO PONTEFICE

San Donato Milanese - Una croce pettorale per Papa Francesco L’artista Adam Cinquanta realizzerà l’opera e ha chiesto il sostegno della comunità religiosa di San Donato Milanese: «C’è bisogno del supporto di tutti»

SAN DONATO MILANESE (MI), 19 settembre 2014 – Nell’ambito delle proposte rivolte alla comunità religiosa e nella fattispecie alle parrocchie sandonatesi, l’artista Adam Cinquanta ha presentato domenica scorsa, presso l’oratorio Sant’Enrico, il progetto per la realizzazione di una croce pettorale che sarà donata al Pontefice e avrà come finalità il coinvolgimento dei fedeli. In particolare, a questi ultimi è stata richiesta oltre alla collaborazione, una donazione su base volontaria, in qualsiasi misura e qualsiasi formato, di argento.

«Per realizzare questa croce io non chiedo denaro, ma il coinvolgimento delle persone e la materia prima – rivela -. Dai braccialetti alle cornici, dalle posate ai soprammobili d’argento: esorto semplicemente le persone a fornirmi il materiale che verrà successivamente fuso insieme, cosicché ciascuna di esse possa sentirsi parte della croce. (altro…)